Psoriasi alle ossa

psoriasi-ossea

La psoriasi alle ossa è un’infiammazione che colpisce le articolazioni e può manifestarsi a qualsiasi età, anche se è rara durante l’infanzia ed è più probabile fra i 30 e i 50 anni.

E’ anche chiamata artrite psoriasica perché è solitamente legata all’infiammazione delle pelle. Devi sapere infatti che la psoriasi alle ossa si manifesta immediatamente dopo o prima l’infiammazione della pelle.

Le cause sono poco conosciute ma gli studiosi sono d’accordo su un punto e cioè che sia determinata da uno squilibrio del sistema immunitario che risponde in modo anomalo a eventi esterni. Questi eventi esterni possono dipendere da periodi di forte stress, da traumi, interventi chirurgici e in percentuale sono maggiormente soggette le donne a seguito di una gravidanza o dopo l’arrivo della menopausa.

I sintomi della psoriasi alle ossa possono iniziare con l’infiammazione della pelle e in particolare su gomiti, ginocchia, schiena nella zona lombare, cuoio capelluto e unghie. E’ proprio la psoriasi alle unghie che fa pensare in particolare che possa trattarsi di psoriasi alle ossa che determina stati dolorosi.

Le dita, sia delle mani che dei piedi, tendono a essere gonfi, doloranti e nei casi più gravi si deformano se l’infiammazione ossea non viene curata nei tempi giusti.

Potresti anche non accorgerti di averla per molto tempo, soprattutto se non ha manifestazioni sulla pelle perché ha una evoluzione molto lenta. Alla lentezza si associa anche il problema che può essere confusa con semplici dolori articolari, in quanto hanno sintomi comuni. Se noti però stanchezza al mattino, rigidità a mani, piedi, polsi, caviglie, e dolore nelle stesse zone e alla ,ma anche al tallone e alla stessa pianta dei piedi è bene fare un controllo.

I medici a cui rivolgersi sono sia l’ortopedico che il dermatologo, in quanto spesso si associano l’infiammazione alle ossa e quella alla pelle che vanno curate congiuntamente. Altri sintomi meno frequenti ma indicativi sono anche la congiuntivite con accentuato prurito agli occhi e il mal di testa.

Quello che però deve insospettirti è l’infiammazione ai tendini e la difficoltà progressiva a muoversi. Nei casi più gravi la psoriasi alle ossa può diventare una malattia invalidante se si ritarda nelle cure. Il consiglio è quello di recarsi subito per un controllo dal proprio medico e pianificare tutte le cure farmacologiche in grado di rallentare il decorso della patologia.

E’ vero anche la psoriasi alle ossa ha un andamento altalenante, con picchi e periodi di latenza che possono dare sollievo al paziente ma è comunque cronica. Associa alle cure anche l’ attività motoria anche leggera, per mantenere la funzione articolare.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *