5 Rimedi per Combattere la Psoriasi

psoriasi-rimedi

La psoriasi è una malattia autoimmune che può colpire a qualsiasi età, a cominciare dall’infanzia fino alla terza età e con manifestazione molto diverse. Quella più comune insorge con macchie rosacee diffuse su tutto il corpo, che possono essere localizzate in una sola zona del corpo come il busto, o circoscritte per esempio a gomiti e ginocchia.

Bisogna prendere atto del fatto che non esistono cure per la psoriasi, che dalla pelle può anche passare alle ossa o manifestarsi sulle unghie. Si tratta rispettivamente delle forme di psoriasi chiamate scientificamente “artrite psoriasica”e “psoriasi ungueale“.

Non sono esclusi nemmeno i bambini che presentano uno sfogo in alcune zone del corpo e, nelle manifestazioni acute, sugli adulti può anche arrivare a occupare tutta la superficie corporea. Arrossamenti, desquamazione, diversi strati di pelle secca e infezioni provocano spesso un prurito insistente.

Il primo rimedio, per quanto scontato, è che devi resistere a non grattarti. Per questo si parla di “trattamenti” e non di cure perché, al di la della componente genetica verificata scientificamente, ci sono anche stili di vita, cibi e altri fattori che sicuramente sono connessi al peggioramento della patologia.

La psoriasi infatti va e viene, apparentemente senza nessuna spiegazione e può scomparire completamente per anni, e poi tornare con un fase acuta o cronicizzarsi, nel senso che le ricadute diventano frequenti. Il grattarsi provoca anche infezioni da curare con altre terapie antibiotiche. Al di la del fatto che bisogna essere seguiti da un dermatologo, che è il medico specialista che si occupa di una malattia della pelle come la psoriasi, si possono anche utilizzare altri piccoli accorgimenti per alleviare in qualche modo i fastidi, anche nei bambini.

Vediamo quindi quali sono i 5 rimedi per combattere la psoriasi e che si possono mettere in pratica anche quotidianamente.

Se sei affetto da psoriasi avrai certamente notato la produzione abnorme di pelle secca, che spesso inspessisce la cute, dandole un aspetto poco gradevole. E’ naturale che provi un certo disagio psicologico e che questo può essere maggiormente sentito dalle persone giovani, ,ma è importante sapere che uno dei rimedi più efficaci contro la psoriasi è l’idratazione della pelle. L’applicazione di creme idratanti è un toccasana, non solo perché la pelle così trova ristoro sia dalla secchezza che dall’arrossamento, ma perché diminuisce anche la sensazione di prurito.

Se consideri infatti che la pelle, che produce le cellule morte accelera questo processo dalle normali 2 settimane necessaria al ricambio, a sole 48 ore, comprenderai che il prurito è anche legato alla stessa desquamazione. Naturalmente le applicazioni di creme idranti (detta anche “applicazioni topiche”) possono anche fare parte di una terapia che prevede altre sostanze contenute nelle stesse creme con proprietà favorevoli ad alleviare la psoriasi.

Un rimedio molto efficace e del tutto naturale che puoi mettere in atto per trovare sollievo dalla psoriasi è l’esposizione al sole. Adesso che sta per arrivare la bella stagione potresti approfittarne per sfruttare il tiepido sole della primavera e quindi dell’estate. Naturalmente l’esposizione al sole deve avvenire con tutte le precauzioni del caso, quindi senza esporti nelle ore centrali della giornata (dalle 11 fino alle 16), ma scegliere quelle del primo mattino o del pomeriggio inoltrato.

In ogni caso anche in questi momenti della giornata è necessario proteggere la pelle con una crema che abbia il giusto filtro di protezione (superiore a 30), soprattutto nel caso di pelli particolarmente chiare o che manifestano arrossamenti. Prendere il sole ti servirà per stimolare la produzione di vitamina D che, oltre a essere fondamentale per rinforzare le ossa, è un toccasana per la psoriasi.

I medici infatti consigliano di seguire questa sana abitudine anche per affiancare le terapie mediche in quanto è ottima per avere i risultati sperati. La vitamina D infatti può anche essere integrata con delle cure e, quando la bella stagione è passata, ci sono delle apposite lampade che svolgono la stessa azione del sole. Devi sapere infatti che esiste una vera e propria “cura del sole” che si chiama “terapia PUVA” e si avvale dei raggi ultravioletti artificiali ai quali puoi esporti in questa speciale cabina che si trova presso i centri dermatologici più attrezzati.

Un ulteriore rimedio per la psoriasi sono certamente le cure termali, che tuttavia devono essere concordate con il proprio dermatologo. Il medico infatti deve verificare che non ci siano controindicazioni per altre patologie o stati fisici particolari già presenti, come una gravidanza, una cardiopatia o una malattia tumorale. Le cure termali sono essenzialmente indicate per chi ha forme medio-lievi di psoriasi ma non per quelle in fase acuta o con manifestazioni particolarmente aggressive.

L’Italia è particolarmente ricca da Nord a Sud di centri termale ma è importante fare una scelta precisa delle terme. Devi infatti verificare la composizione delle acque e che ci siano determinati minerali che sono benefici per la psoriasi. Fanno molto bene per esempio le acque sulfuree che hanno proprietà antiinfiammatorie e lenitive soprattutto se parliamo delle irritazione e della dermatite associata alla psoriasi. Vanno bene anche le acque che contengono bicarbonato, bromo, magnesio, iodio, acido salicilico e che sono un vero e proprio medicamento naturale per le irritazioni della psoriasi.

Questa “cura delle acque” è talmente efficace che in alcuni casi può interamente sostituire la terapia farmacologica (sempre sotto stretto controllo medico). Cosi potrai anche evitare di ingerire comunque sostanze chimiche come i medicinali e non avere alcun effetto collaterale. Le cure termali solitamente consistono in un periodo di tra i 10 e i 15 giorni di veri e propri bagni o immersioni in vasche o piscine con acqua termale portata a una temperatura gradevole.

Sempre in base alle prescrizione mediche i bagni possono anche essere fatti 2 volte al giorno e durano poco meno di mezz’ora. C’è un luogo che abbina i benefici delle acque termali a quelle del sole e si trova presso il Mar Morto, che rappresenta una combinazione molto potente di fattori benefici per la psoriasi. Con un soggiorno alle terme noterai che ne beneficia la pelle ma anche lo stato emotivo, perché potrai rilassarti profondamente sfruttando le proprietà conosciute da millenni delle acque termali anche per liberarti dallo stress.

A proposito di stress devi sapere che una vita particolarmente veloce, con ritmi che non lasciano scampo e anche l’abitudine stessa ad andare sempre di corsa o di sottostare per lunghi periodi ad impegni pressanti di lavoro, porta ad avere picchi importanti di manifestazione della psoriasi. Per quanto le cause possano essere legate a una risposta anomala del sistema immunitario, conta molto anche lo stato mentale.

Di per se la psoriasi è una patologia stressante a causa del disagio che chi ne è affetto prova rispetto agli sguardi scrutatori e indiscreti della gente. Già questo è motivo di grande pressione, che spesso si è impreparati ad affrontare e non si sa come risolverlo. In ogni caso è impossibile da gestire in tempi brevi per la natura stessa della psoriasi.

Uno dei rimedi che sicuramente può giovare alla psoriasi è imparare a conviverci, saperla gestire senza farsi prendere dal panico o dallo sconforto. Dopo che sei riuscito in questo intento però, non “tirare troppo la corda” con ritmi forsennati, corse per la città, ore e ore di studio, mille impegni familiari e una vita che ti sfugge di mano, dove una giornata di 24 ore non ti basta.

Il segreto probabilmente è imparare a rispettare ritmi a misura “umana” e affrontare le cose quotidiane una per volta, con più calma, riappropriandosi del tempo per viverle e gustarle. Se il solo auto convincimento di quanto sia importante non stressarti non è sufficiente allora bisogna ricorrere a un professionista psicologo.

Puoi anche abbinare sedute rilassanti con massaggi e atmosfere new age e fare lunghe passeggiate in mezzo al verde o in riva al mare, per riprendere il contatto con la natura e con quanto di più “normale” ci possa essere per rilassarsi. Per alcuni potrebbe anche rappresentare una soluzione al problema della psoriasi senza grandi sforzi rispetto al ricorso a cure farmacologiche o ai rimedi sopra citati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *